Un luogo fatto a posta per incontrarsi

un mese intenso di musica teatro e poesia

Il Progresso   via Vittorio Emanuele II n. 135  50134  Firenze    tel. 055496670    Circolo Arci


23 marzo a Prato Mobilitazione antifascista e antirazzista

Una scritta di colore nero che riporta la dicitura 'Dux' è stata realizzata nella notte del fra il 18 e il 19 marzo da ignoti a fianco al portone della sede provinciale pratese del Partito democratico, in via Carraia, nel cuore del centro storico di Prato. Scritte simili a fianco all'ingresso della Casa del combattente e sede dell'Anpi, nei pressi di piazza San Marco. Fatti inquietanti che si aggiungono alla manifestazione inopinatamente autorizzata sempre a Prato di Forza Nuova nella ricorrenza del centenario della fondazione dei fasci di combattimento (appunto 23 marzo 1919).

Si fa pertanto appello a tutte le realtà e alle persone antifasciste ed antirazziste a mobilitarsi sabato 23 marzo dalle ore 14.30 per dimostrare una risposta accorata e unitaria del territorio a simili derive, manifestando ‘(in)tolleranza zero’ e il fatto che Prato è una città aperta, solidale e antifascista.

https://www.facebook.com/events/2307626049560321/

54462538_342702769685823_6789217742961508352_njpg


Raccogliamo l'appello alla mobilitazione di mediterranea. Invitiamo tutti e tutte a riunirci in presidio domani 20 marzo alle 17 a Piazza di Montecitorio, per chiedere l'accogienza di tutti i migranti a bordo della Mare Jonio.

Siamo tutti Mediterranea



Che rumore fa un albero che cade nella foresta se nessuno lo sente? Nessuno.
Lo stesso accade quando in mare centinaia di persone vengono lasciate affogare, senza che nessuno possa aiutarle.
Mediterranea nasce per questo, per dare voce a chi muore nel silenzio, per trovarsi laddove si vorrebbe che non ci fosse nessuno, per riuscire, fortunatamente, a salvare ieri 49 esseri umani in balia del mare da giorni. Eravamo l’unica imbarcazione civile presente, e nonostante la nostra presenza nelle stesse ore davanti alle coste libiche almeno trenta persone perdevano la vita.
E chissà quanti sono i naufragi di cui non ci giunge alcuna notizia.
Tutte le volte che impediscono alle navi solidali e umanitarie di monitorare il Mediterraneo centrale nessuno racconta più dei naufragi e delle morti, il salvataggio di ieri dimostra la necessità di continuare ad essere presenti in quel tratto di mare.
Crediamo sia il momento di mobilitarsi. Lo abbiamo sempre detto: Mediterranea vive in mare e a terra. Ed è una piattaforma aperta al contributo di tutti quelli che, come noi, non vogliono e non possono voltare lo sguardo dall’altra parte: siamo una moltitudine di soggetti e associazioni e liberi cittadini pronti a mettere il nostro progetto e la nostra nave a disposizione di tutti coloro che vorranno unirsi a noi.
Chiamiamo tutte e tutti ad attivarsi in ogni città, per ribadire che i porti sono aperti e che le persone vanno salvate. Potete farlo, oltre a partecipare alle iniziative di mobilitazione nelle diverse città, anche solo esponendo alla finestra o indossando qualcosa di arancione per ricordarci che oggi #siamotuttimediterranea perché vogliamo #restareumani

EL INGENIOSO HIDALGO

di Francesco Mancini

con Roberto Gioffré,
Francesco Mancini
Regia Pier Paolo Pacini
ingenioso-hidalgo-adj-2jpg

Sabato 23 Marzo ore 21.15
ingresso posti a sedere: 10 euro (riservato soci arci)

-----

Alfonso Gherardi, ex industriale, è ricoverato ...in una casa di cura psichiatrica, convinto di essere Don Chisciotte della Mancia. Le fasi in cui "interpreta" Don Chisciotte si alternano a momenti di lucidità.
Sandro Rapetti, suo segretario e factotum quando Gherardi era in sè, lo assiste nella casa di cura, assecondando il suo delirio e interpretando a sua volta il ruolo di Sancho Panza.
Due interlocutori assenti, la moglie di Gherardi, che stipendia Rapetti con un secondo fine che si scoprirà ben presto, e il medico che lo cura, a cui Gherardi e Rapetti si rivolgono attraverso monologhi, sviluppano la vicenda attraverso un "fuori" a cui gli spettatori hanno accesso solo parzialmente attraverso i due protagonisti.

Tutto sembra procedere come nei piani dei "sani", ma la fascinazione per la potenza immaginativa di Gherardi e il senso di libertà che gli ispira la finzione come Sancho Panza portano progressivamente Sandro Rapetti a confondere anch’egli la realtà con la fantasia e a fare una scelta imprevedibile.

Pier Paolo Pacin



IMGP3475 copiajpg

CARTELLONE TEATRALE 2018-19


Sabato 26 gennaio

COVER

di e con M.S. Falagiani


Sabato 23 febbraio

 NOTTE ROSSA ARCI

Shakespeare suite

 tradire o morire

di Filippo Frittelli

con Federico Tassini, Ludovica Rio, 

Giorgia Stornanti, Michele Jommi,

Filippo Frittelli


Sabato 23 marzo

EL INGENIOSO HIDALGO

di Francesco Mancini

con Roberto Gioffré,
Francesco Mancini
Regia Pier Paolo Pacini


Sabato 30 marzo

"E l'han buttato giù"

di e con Federico Tassini


Sabato 18 e domenica 19 maggio

compagnia patate & cipolle

"a Terra, diario di una caduta"