Sabato 26 febbraio alle ore 21:30 Underwear Theatre presenta Orfeo e Euridice, adattamento e rilettura in chiave moderna dell’intramontabile mito.

“Guardai indietro, dicono, per curiosità…”Il regista Filippo Frittelli torna alla release creativa prendendo spunto dal mito per guardare alla contemporaneità ritrovata. Il lungo periodo pandemico ci porta a guardare indietro dopo aver costretto tutti a convivenze anche forzate, ecco che la riflessione cade sulla vita di coppia, sulla vita domestica, sul rapporto con l’altro, fra uomo e donna, cinicamente descritto e romanticamente traslato nella poesia della storia di Orfeo ed Euridice. Uno spettacolo che gioca con lo sguardo e quindi con il teatro stesso per rimandare attraverso le parole di Ovidio, Shakespeare, Byron, Rilke, Cesare Pavese, Wislawa Szymborska, che dalla scrittura ritornano vive nella voce e nei gesti, nella direzione dell’amore, con una originale lettura del mito di Orfeo e Euridice, amplificata dalle proiezioni nate dalla ricerca video dell’artista Alessandro Azzario, ritrovando un maschile e un femminile nel legame tra azione e ricordo e quindi la narrazione ad una indagine sulle voci e sui dubbi che la riguardano fino ad una nuova consapevolezza del gesto.
Il movimento coinvolge i corpi, le immagini e le parole: tutto cambia posto costringendo gli opposti ad una convivenza obbligata e difficile ma necessaria per andare avanti.
una produzione
underweARTheatre (Avignone 2018)regia e drammaturgia
Filippo FrittelliCineafasie
Alessandro Azzariocon
Filippo Frittelli
Ludovica RioIngresso €10
✦Green pass + Tessera Arci richiesti
✦Per prenotazioni
3335837354
ilprogresso@gmail.com