Le decisioni del Consiglio 

(Il Consiglio si riunisce tutti i mesi: in questa rubrica saranno riportati solo le parti dei verbali dei consigli che presentano decisioni operative)

Circolo Il Progresso

Verbale della seduta del Consiglio del 9 aprile 2018.

 

Presenti:

Fabrizio Poli, Antonella Bozzi, Dario Boschi, Lorenzo Palandri, Anna Nocentini,  Milani Benedetta, Dmitrij Palagi, Benedetto Casu, Laura Romanelli, Saverio, Margherita

La seduta ha inizio alle ore 21.30, per discutere il seguente ordine del giorno:

 

 

 

 

Il punto 1 dell'o.d.g. Viene posticipato per risolvere prima le questioni più rapide.

Il Presidente in forma di avere ricevuta una telefonata da Forconi, segretario provinciale ARCI, che suggerisce la partecipazione del Circolo con una o più associazioni a bandi finalizzati alla riqualificazione degli spazi. In questo periodo ce né aperto uno di Unipol, per il quale ARCI potrebbe dare supporto tecnico. Il sito è www.UNIPOLcultura-fondazione UNIPOLIS. Secondo Forconi La Chute potrebbe partecipare al bando se i si affilia all'ARCI. 

Informa poi di aver parlato con Duccio Tebaldi, che ha detto di sperare di poter dare un contributo economico alla fine della stagione.

Sottopone poi al Consiglio alcune determinazioni:

            -  la data dell'assemblea dei soci, che dovrebbe essere fatta entro il 30 aprile, si decide per il  23 maggio;

-        nomina di un delegato al Congresso provinciale ARCI a San Bartolo a Cintoria dal 20 al 22 aprile: si propone il Presidente che accetta. Possono partecipare anche altri consiglieri come invitati, ma si deve comunicare la presenza entro il 13 aprile.

-        Viene data lettura della proposta di regolamento per l'accesso dei cani: approvato.

-        Si concorda la data del 14 maggio per il prossimo consiglio sull'approvazione del bilancio.

-        Il 15 maggio è la data ultima per la rottamazione delle cartelle, noi abbiamo quella da 2.300 euro su rate già scadute, in alternativa non si fa la rottamazione e si devono allora concordare le rate. Si decide di procedere alla rottamazione entro il 15/5.

In merito alla gestione ordinaria (punto 1 dell'o.d.g.)  il Presidente comunica che per le pulizie e in parte per il bar abbiamo alcune persone LPU, ma il Consiglio è deficitario nelle attività. Quindi il Presidente ritiene di non doiver chiedere la proroga dell'attuale Consiglio all'assemblea dei soci, visto anche la poca collaborazione delle associazioni presenti nonostante le molte sollecitazioni.

Sicuramente se ci fossero meno problemi economici anche il quotidiano sarebbe più facile.

Al bar abbiamo persone stipendiate che non manifestano particolare interesse, foirse con un incentivo sarebbe meglio.

Laura esprime contrarietà a questa ipotesi, e sollecita piuttosto di delegare ad altri consiglieri delle funzioni o attività come era stato deciso e poi non è stato fatto.

Anche Lorenzo esprime la necessità di una maggiore analisi del sovraccarico di impegno su Antonella e Poli, e sottolinea la questione bar.

Antonella insiste che il lavoro continuo è nella presenza al Circolo, aprire, chiudere, parlare con le persone, seguire la struttura. E' una riflessione fatta all'inizio di questo Consiglio che va ripresa.

Benedetto insiste sulla necessità di analisi delle attività utili a portare avanti il circolo, ora per ora, perché non sono così note; per la questione bar propone pubblicità mirata, story telling sull'offerta del  bar ecc.

IL Presidente si impegna a scrivere un riepilogo delle attività quotidiane da mandare via mail.

 Margherita si domanda se, una volta fatta l'analisi, sia sufficiente una persona volontaria a fare tutte queste cose o non piuttosto una persona di riferimento retribuita, e chiede come procede l'accordo con La Chute.

Il Presidente risponde citando quanto detto prima in merito al bando e alla possibilità di un contributo alla fine della stagione.

Lorenzo sottolinea che non è accettabile la risposta della Chute che programmazione e gestione bar siano collegate e si domanda cosa farà La Chute in estate, dopo l'esperienza dell'anno scorso; annuncia che potrebbe arrivare qualche proposta per l'estate da parte di altre persone. Esprime la necessità di un quadro chiaro e trasparente delle associazioni, specie in merito alle loro iscrizioni.

Margherita sottolinea la necessità della verifica dell'accordo con La Chute, positivo e negativo;   domanda cosa significhi “altre persone”: volontari tipo Manuel ma a che titolo? In che relazione con il Circolo?

Laura propone che le associazioni paghino una quota anche d'estate se hanno interesse a ritrovare il loro spazio in autunno.

Antonella pone alcune domande pratiche a cui il Consiglio deve dare risposta:

            - si accende l'aria condizionata in estate? SI

-        nei calcoli con La Chute si considera anche per il 2017 la cifra di 20 euro a concerto? SI

-        si trasmettono le partite in TV? Bisogna prima capire chi le trasmette, se ci vuole Premium o chi altro

-        ricorda che a giugno termina il contratto con La Chute

-        come ci si comporta con il Parkour?

Lorenzo comunica che per il mese di giugno sta organizzando con Benedetto una rassegna cinematografica per i martedì sera.

 

Terminata la discussione dei punti all'odg, Saverio illustra un progetto di microcredito a favore di un artigiano albanese di Piazza Giorgini e chiede collaborazione.

 

La discussione si conclude alle ore 23.30 e la seduta è sciolta.

 

 

 

 

 

Il Presidente                                                                                                 La Segretaria

Fabrizio Poli                                                                                                Anna Nocentini


Lunedi 19 marzo alle ore 21.30 si è riunito il Consiglio del Progresso per discutere il seguente odg:

1. comunicazione del Presidente sulla situazione del circolo (consiglio, lavori e manutenzione, lpu, programmazione, associazioni, feste ecc...) 

2. esiti verifica accordo la Chute/Progresso (animazione, concerti, bar, problematiche varie...)

3. proposte per attività mesi estivi

4. determinazione data assemblea generale per approvazione bilancio

5. varie ed eventuali

Sono presenti i consiglieri e membri della garanzia:

Saverio, Dmitrji, Lorenzo, Benedetto, Dario (esce alle ore 22 ca.), Margherita, Benedetta (esce alle ore 22 ca.) , Presidente, Anna, Giovanni (esce alle ore 22 ca.) Antonella; Alessandro (arriva ore 22 ca.) Laura (arriva ore 22 ca.).

Il Presidente riferisce:

1)                 Situazione generale del circolo: i lavori di adeguamento normativo antincendio sono sospesi e riprenderanno a settembre. Intanto stiamo pagando quando fatto fino ad ora cosi come il mutuo fondiario ripartito a febbraio. Antonella vi dirà poi fino a quanto potremo reggere questo ritmo  e se in qualche modo dovremo trovare nuove entrate  anche sottoforma di prestiti.  Per parte mia sono preoccupato per i mesi  da giugno a ottobre…. Inoltre sono capitati inconvenienti sia per il materiale caduto dalle case vicine sul tetto del teatro sia per il deterioramento di alcune strutture (porte) e dei frigoriferi del bar, inconvenienti che richiedono interventi di manutenzione.

Attualmente con le Lpu copriamo il 90% delle pulizie anche se la gestione non è semplicissima; con le Lpu riusciamo anche a gestire il bar la domenica e il lunedi, oltre a fornire supporto alla Chute il martedi e il giovedi, cosicché i baristi possono dedicarsi alla spesa e alla sistemazione del banco in orario di lavoro.

La programmazione della Chute è, per unanime parere, ottima e anche quella del teatro gestita da Barlucchi è di buon livello (per far di più con quest’ultima sarebbe necessario una minore improvvisazione e un cartellone da diffondere fin da ottobre…). Le nostre iniziative (intendo quelle del consiglio) si sono limitate alla giornata inaugurale della stagione e alla serata del Flamenco; per il 28 è in programma una serata di autofinanziamento ma al momento ho solo il nome del gruppo che si esibirà “30 passi”, facciamo propaganda.

Il contributo delle Associazioni sta arrivando regolarmente, problemi per ora solo con il parkour ma non di carattere economico, bensi per alcuni comportamenti che provocano disagi ad altre associazioni (rumorosità soprattutto). Alcuni genitori della scuola di musica lamentano che il Circolo non sia molto accogliente

Ci sono poi problemi  per la gestione delle feste (necessarie però in questa fase in quanto il loro contributo è importante per il circolo) inerenti soprattutto le pulizie. Propongo di aumentare la cauzione.

Un problema grosso è a mio avviso la funzionalità del consiglio che è ai livelli minimi in quanto il peso della gestione ordinaria è tutto sulle spalle mie e di Antonella e quando c’è qualche intoppo (ad esempio l’assenza di qualcuno delle lpu) la situazione diventa insopportabile…………le lamentele circa il non rispetto delle regole sono generalmente giuste ma è difficile porre rimedio in quanto oltre a scrivere le leggi dobbiamo farle rispettare e per farle rispettare è necessaria la presenza di qualcuno che si prende la briga di farle rispettare e, come prima ho detto, siamo in due a gestire l’ordinario.

 

 

2)                 E’ stata fatta la verifica dell’accordo con la Chute.  In sintesi: Rendimento bar 46%....il problema è soprattutto nello smercio ….come abbiamo già detto le serate del venerdi e del sabato (ma anche del mercoledi)  vanno bene (serie di concerti di livello anche con una certa risonanza positiva a livello cittadino e regionale) con discreti incassi al bar; .ma tuttavia non è possibile da parte della Chute corrispondere al Progresso quei 20-30 euro previsti a serata in quanto affermano che non ci sono margini. Le serate a biglietto non hanno mai determinato fino ad ora entrate per il circolo. In merito all’animazione della sala bar si fa presente che essa è limitata a quando ci sono le iniziative e che soprattutto il lunedi e il martedi sono giorni “morti”.  Quello che viene a pesare nei rapporti con la Chute sono le difficoltà dei rapporti umani. Ci sono contrasti all’interno della Chute che hanno determinato ripercussioni anche sul circolo  e ci sono contrasti tra la Chute e la dirigenza del circolo per quanto riguarda le modalità di stare al bar in merito a puntualità, pulizia, decoro e somministrazione. Rimane il problema della permanenza  all'interno del Circolo ben oltre l'orario di chiusura. Problemi negli ultimi mesi si sono verificati poi per la gestione delle giornate di volontariato peraltro previste nel contratto per cui abbiamo fatto ricorso alle Lpu anche nel giorno di volontariato della Chute. Quindi si tratta di discutere con calma, sia sulle cose positive che su quelle non positive, pensandoci bene, in quanto la valutazione non è certo facile. Valuti il consiglio se continuare o no la collaborazione con la Chute e nel caso si continui con quali modalità

3)                 Per l’estate c’è un calendario di giugno un po’ più ricco del solito, l’idea di affittare la stanza rossa quando non ci sono le le lezioni della scuola di musica, per prove (proposta Chute appena pervenuta);  infine nei mesi estivi ci sarebbe da sperimentare forme di intrattenimento in sala bar proposte da Manu (ovviamente usando l’aria condizionata);  io mi sto adoperando per contattare il presidente di un altro circolo che ha la disponibilità del giardino, per integrare le attività estive e coprire un po' questi mesi difficili.

4)                 Assemblea di bilancio da fare entro maggio; propongo l’ultimo lunedi di Maggio

5)                 Problema  accesso cani nello spazio bar (fornita la documentazione a tutto il Consiglio); a mio avviso va solo rispettata la legge (usando il buon senso….)

Viene chiesto di risolvere velocemente il problema dei cani: viene messo in votazione l'ipotesi di fare lettera al Comune per inibire l'accesso ai cani:  Presenti 9 (più due della garanzia che non votano); favorevoli 4. La proposta è bocciata. Rimane un forte appello al buon senso.

Inizia la discussione sui punti proposti dal Presidente.

Antonella riferisce che è stata sottoposta a Duccio la proposta di fare solo la programmazione e lasciare il bar: Duccio si esprimerà fra breve. Tutti concordano sulla buona programmazione della Chute ma anche sulla evidente incapacità di far fruttare il bar, cosa che non ci possiamo più permettere. Tutti ricordano che è molto tempo che ci lamentiamo in questo senso e forse è il caso di mettersi di impegno per trovare qualche sostituzione per la programmazione, nel caso la Chute non accettasse di fare solo quella e lasciare il bar. E' vero che chiamare artisti di buon livello costa caro, ma se non possiamo permettercelo perchè poi dalle serate non entra niente, forse si potrebbe fare una programmazione più accorta, diminuendo il numero di artisti conosciuti e costosi, e aumentando il numero di quelli meno costosi.Secondo diversi consiglieri la programmazione dovrebbe essere quindi più oculata e più mirata agli interessi economici del Circolo.  Non possiamo continuare una relazione che dovrebbe essere professionale restando sotto ricatto; il contratto firmato non è rispettato nelle poche parti che produrrebbero entrate o risparmi per il circolo (e per le persone che ci stanno di più), dobbiamo partire da questo nella valutazione del rapporto con la Chute a cui ci sollecita il Presidente. I consiglieri quindi decidono di prendersi almeno un po' di tempo ancora, mentre siamo in attesa della risposta di Duccio come scritto sopra, per una decisione. La prossima seduta del Consiglio dovrà essere fatta quindi in tempi brevi.

La seduta è sciolta alle ore 23.30

Il Presidente                                                                                                   La Segretaria

 

 

 

Proposta  di Regolamento cani (buonsenso)

1. I cani, accompagnati dal socio padrone o dal socio detentore a qualsiasi titolo, hanno libero accesso, usando obbligatoriamente il guinzaglio, alla sola sala bar del circolo; tale accesso è consentito nella misura di un solo cane per proprietario o detentore;  2. Non sono ammessi cani che siano accompagnati da una persona non socio. 3. I soci padroni o detentori a qualsiasi titolo, devono inoltre avere cura che gli animali non sporchino e che non creino disturbo o danno alcuno. 4. Non è consentito l’accesso alla sala bar nelle ore pomeridiane dei giorni in cui sono presenti nel circolo bambini (scuola di spade e di musica) Attualmente i giorni............  dalle ore ….  alle ore....... 4. L’accesso può essere limitato a discrezione dei baristi qualora la presenza contemporanea di più cani provochi disturbi o metta a disagio i soci presenti nel circolo.



Verbale della seduta del Consiglio del 22 gennaio 2018.

 

Presenti:

Fabrizio Poli, Antonella Bozzi, Dario Boschi, Lorenzo Palandri, Anna Nocentini,  Milani Benedetta, Giovanni Misuri.

La seduta ha inizio alle ore 21.30, per discutere il seguente ordine del giorno:

1.comunicazione del Presidente sull'andamento del Circolo in relazione ad attività/programmazione/lavori/mutui e pagamenti/lpu/bar

2.scadenze statutarie e prospettive 2018

 

 

Il Presidente distribuisce un resoconto scritto della situazione complessiva relativa all'ordine del giorno.

Alcuni consiglieri esprimono preoccupazione per il comportamento di un socio e sollecitano il Consiglio a non fare più riferimento a lui per attività di volontariato nel circolo stesso.

Il Presidente ed altri consiglieri rilevano che se esistono dei problemi bisogna prima di tutto parlare con l'interessato; nel caso in questione non sembra vi siano certezze di azioni illecite mentre è acclarato che fra il socio in questione  e La Chute ci sono forti contrasti, ma non è corretto chiedere al Consiglio di farsi carico e risolvere problemi sorti in altre relazioni. Pertanto si decide di affrontare la questione fra alcuni membri del Consiglio (non essendo disponibili al momento per vari motivi i probiviri) e il socio, e si sollecita La Chute a fare altrettanto.

 

La discussione si conclude alle ore 23.30 e la seduta è sciolta.

 

 

 

 

 

Il Presidente                                                                                                 La Segretaria

Fabrizio Poli                                                                                                Anna Nocentini

 


Verbale della seduta del Consiglio del 13 novembre 2017.

 

Presenti:

Fabrizio Poli, Antonella Bozzi, Dario Boschi, Lorenzo Palandri, Anna Nocentini,  Milani Benedetta, Giovanni Misuri; Margherita Fantoni, Saverio – revisore. Giustificati Benedetto Casu, Dmitrij Palagi e  Laura Romanelli.

La seduta ha inizio alle ore 21.30.

 

 

 

  1. Il Presidente distribuisce la lettera di una socia in merito alla gestione e agli esiti della serata di autofinanziamento del 21 ottobre scorso, allegata al presente verbale. Antonella informa che sono entrati 560 euro a fronte di una spesa di 270; secondo il Presidente il valore della cena era alto e di qualità, almeno 20/25 euro ma si sono viste persone  mettere 1 euro nella cassetta; questo non è riproponibile in futuro e denota davvero poco attaccamento al Circolo e alla sue difficoltà.
  2. Il Presidente distribuisce una nota sintetica di aggiornamento sui lavori e sui pagamenti, e chiede mandato al Consiglio a proseguire. Sono stati saldati circa 20.000 euro dilazionati nel tempo, domani dovrebbero avere inizio i lavori sulla parte elettronica. Dichiara un risparmio non perfettamente quantificato sulle bollette della luce a seguito del passaggio al sistema a led, che nel giro di qualche anno ammortizzerà completamente la spesa effettuata.
  3. La multa risulta iscritta a ruolo, quindi si dovrà provvedere, ma Dario è convinto che saranno tempi ancora lunghi e ci sarà un'altra sanatoria per le cartelle Equitalia, quindi l'importo dovrebbe escludere penali e mora.
  4. Antonella comunica che il mercoledì sera il teatro è libero perché il Teatro d'Almaviva ha rinunciato a quella serata, anche se l'affitto mensile rimane di 700 euro perché la diminuzione del tempo affittato fa diminuire lo sconto praticato, definito a suo tempo dal Consiglio. E' quindi opportuno pensare a forme di autogestione della sera del mercoledì capaci di incrementare le entrate. Saverio propone di sentire sua sorella e il suo compagno, overo un altro frequentatore del Circolo, esperti ballerini di Salsa, per organizzare qualche serata di Salsa. Margherita propone per il 6 gennaio un pomeriggio di teatro per i bambini e sentirà per quetso una compagnia con cui lei collabora. Invece non ci sono disponibilità per la serata dell'ultimo dell'anno. Il tesseramento deve essere seguito più da vicino.
  5. La Chute pone problemi per gennaio per la concomitanza di alcune assenze, dobbiamo parlarne e verificare con Duccio.
  6. I baristi sollecitano l'acquisto della macchina del ghiaccio, ma il Consiglio ritiene di dover rimandare l'acquisto anche se concordano sulla necessità; Antonella pone anche la quyestione della macchina caffè, per la quale ha vagliato alcune possibili soluzioni: macchina con cialda, macchina in tandem con altri circoli ecc. Tendenzialmente i consiglieri preferirebbero evitare le cialde, è necessario approfondire la questione.
  7. Benedetta invita a  una riflessione sull'attività del Consiglio e dei singoli consiglieri, che non partecipano alle sedute e alla vita del Circolo come sarebbe auspicabile.

Non essendoci altri punti all'o.d.g. la seduta è tolta alle ore 11.45.

 

 

 

Il Presidente                                                                                                 La Segretaria

Fabrizio Poli                                                                                                Anna Nocentini 

 

 

 

Verbale della seduta del Consiglio del 8 maggio 2017.

 

Presenti:

Fabrizio Poli, Antonella Bozzi, Lorenzo Palandri, Anna Nocentini,  Milani Benedetta, Giovanni Misuri; Margherita Fantoni, Saverio – revisore. Giustificati Benedetto Casu e  Laura Romanelli.

La seduta ha inizio alle ore 21.30.

 

Il Presidente comunica la necessità di richiamare l’attenzione di Laura Bertorello che ha fatto ripetute assenze; inoltre che Marie Julien viene la mattina ma la sera non ce la fa da quando ha cambiato casa.

 

1. Il presidente informa della necessità di chiedere un prolungamento della sospensione del mutuo, che ora sarebbe fino ad agosto, che porterebbe poi ad un aumento delle rate visto che la scadenza rimane la stessa; le rate aumenterebbero di circa 200 euro al mese, la documentazione richiesta è pronte. Quindi, per fare questa richiesta, bisogna individuare e proporre alla banca una nuova attività che serva a coprire l’aumento delle rate; in questo senso è necessaria la collaborazione e la fantasia di tutti per individuare qualcosa che produca entrate da mettere nel bilancio preventivo 2017. Un gruppo di noi si incontrerà quindi mercoledì 17 per parlare di questo (sono disponibili Margherita, Benedetta, Lorenzo, Alessandro).

 

2. Assemblea dei soci per approvazione bilancio 2016: si concorda la data del 29 maggio 2017.

 

4. lavori di adeguamento antincendio: nuovo progetto che prevede nuova scala di uscita, nuova porta teatro: i Vigili del fuoco hanno tre mesi di tempo per risponderci e speriamo che non li usino tutti in modo da poter lavorare in estate. Il progetto è già concordato tramite l’Ufficio regionale dei VV.FF. quindi non ci dovrebbero essere problemi. Almeno un paio di persone devono fare il corso antincendio, sennò non ci danno la SCIA: ci andranno Poli e Palandri.

 

3. Bilancio consuntivo 2016 da sottoporre alla assemblea dei soci. Abbiamo perso qualcosa perché abbiamo fatto molte più cose. Si regsitra un calo nelle entrate del bar, che non arriva al 50%. Sono aumentate le entrate da affitti stanze: da 23 a 24.000 euro le associazioni e da 7 a 9.000 euro per feste, compleanni ecc. Forse è necessario rivedere i prezzi delle associazioni, specialmente quando queste usino gli spazi anche come magazzino; e tenere conto anche dei loro iscritti. Il Parkour è l’attività che crea maggiori problemi, e con gli operatori non c’è dialogo. Sarà necessario incontrarli e proporre un aumento a 400 euro e chiedere il rispetto delle regole. Per il deposito materiali prevedere una quota di 50 euro. Dario e Antonella dovranno parlare con gli operatori del Parkour. Dopo di che bisogna parlare con Graziella e chiedere anche a lei di arrivare a 400 euro.

Antonella sottolinea che tutti i debiti vecchi, che questo Presidente ha trovato dalla gestione precedente, sono stati risolti. Ultimo, la vertenza Telecom su cui non abbiamo più niente da pagare, grazie all’interessamento del consigliere Dario. Al 31.12.2016 restavano da pagare 16.000 euro (ora pagati) e 299.000 di mutui con le banche. Abbiamo risparmiato un po’ sulla corrente; Abbiamo perdite nella gestione del Teatro: perdita di 3.000 euro mentre ne avevamo un’entrata di 3.000 euro. I concerti non hanno dato introito, il bar nemmeno: dobbiamo considerarli investimento per il cambiamento della vita del Circolo. I prezzi del bar non vengono rispettati come da listino. Si è pagato meno di tasse per Libero, visto che lui è sempre meno presente. Il Biliardino è calato di 2.000 euro, verosimilmente da quando ci sono le telecamere, non si portano i cani, non si fuma ecc.  E’ stato chiesto a Elena di gestire un po’ il calcino ma non se la sentiva, e ora nella stanza ci saranno i lavori. Anche le partite sono andate a rimessa con l’abbonamento con Premium: si può disdire l’abbonamento. La questione è rimandata al prossimo Consiglio.

IL Consiglio dà mandato al Presidente e alla tesoriera di presentare il Bilancio così illustrato alla prossima assemblea dei soci.

 

5. Rapporti con La Chute: per questa prima fase, vista la loro richiesta di fare il mercoledì e non il lunedì, si dovrà trovare un accordo volta per volta con la tesoriera e il presidente.

 

6. Varie: Al Circolo Arci di Castello ci sarà il corso HCCP; il circolo può pagare la metà del costo per i consiglieri che si impegnino a farlo.

Su richiesta di alcuni consiglieri, si potranno esporre le bandiere fuori del portone: ARCI, GIGLIO, FIORENTINA. Al primo piano Rifondazione potrà mettere la sua fuori dalla sua finestra.

 

La seduta è tolta alle ore 11.45

 

 

Il Presidente                                                                                                 La Segretaria

Fabrizio Poli                                                                                                Anna Nocentini

 

 


Verbale della seduta del Consiglio del 27marzo 2017.


 


Presenti:


Fabrizio Poli, Antonella Bozzi, Lorenzo Palandri, Anna Nocentini, Benedetto Casu, Milani Benedetta, Giovanni Misuri; Margherita Fantoni, Dario Bosco - revisore, Laura Romanelli. Su invito del Presidente è presente Duccio Tebaldi.


La seduta ha inizio alle ore 21.30.


 


Il Presidente dà lettura della bozza di contratto rivista che si appresta a firmare con La Chute. (Allegato 1)


Nel merito i consiglieri rilevano che:


non sono previste sanzioni per eventuali inadempienze, ma la durata di sei mesi è una garanzia per le due parti;


non vi sono contraddizioni con l’adesione del Circolo all’Arci e il relativo Regolamento, fermo restando la platea dei soci per le somministrazioni;


è chiaro che la responsabilità relativa alla licenza HCCP sarà del Circolo nei giorni coperti dal Circolo e dell’associazione nei giorni coperti dalla stessa;


non sono scritti i giorni di competenza delle parti per i quali ci si deve mettere d’accordo , la proposta di assegnare al Circolo la domenica è condivisa perché la mattina c’è da aprire e la sera c’è il Tango mentre il mercoledì incontra qualche resistenza.


Con queste osservazioni la bozza di contratto è approvata all’unanimità.


 


Viene data lettura della bozza di Regolamento Bar, precedentemente inviata. Approvata all’unanimità.


 


Il Presidente riferisce dell’incontro con l’ingegnere capo dei pompieri, incaricato di seguirci. I lavori potrebbero iniziare. L’accantonamento di questi mesi di sospensione del mutuo è assai esiguo: invito a far convergere ogni risorsa per sostenere il Circolo e ad avanzare proposte per i prossimi mesi estivi, solitamente in rimessa per la chiusura delle attività delle associazioni.  Fra queste è necessario rivedere il rapporto con il Parkour per la confusione e l’alto numero di ragazzi che partecipano: attualmente pagano 260 € al mese.


 


E’ possibile la collaborazione ulteriore con il Circolo di Monteloro, si dovrebbe programmare qualcosa specialmente per i mesi estivi.


 


 


La seduta è tolta alle ore 11.15


 


 


Il Presidente                                                                                                 La Segretaria


Fabrizio Poli                                                                                                Anna Nocentini



Verbale della seduta del Consiglio del 6 febbraio 2017.

 

Presenti:

Fabrizio Poli, Antonella Bozzi, Lorenzo Palandri, Anna Nocentini, Benedetto Casu, Milani Benedetta, Giovanni Misuri; Margherita Fantoni

La seduta ha inizio alle ore 21.30.

 

Il Presidente riferisce le informazioni avute dal consigliere Benedetto, come richiesto nell’ultima seduta: l’assunzione di una unità di personale da destinare al bar ha un costo annuo di circa 28.000/30.000 euro; frazionando le ore il costo sarebbe analogo ma l’attività amministrativa ne sarebbe ulteriormente appesantita. Il costo sembra insostenibile per il Circolo.

Il Presidente riferisce anche di aver parlato con Duccio Tebaldi, il quale ha proposto l’Associazione in via di costituzione come possibile soggetto collettivo che potrebbe effettuare il servizio del bar. Il Presidente rileva che nello Statuto di detta Associazione culturale è prevista come attività secondaria l’attività di commercio e non di prestazione di servizi, la qual cosa sembra legittimare un’attività di gestione ma non di prestazione d’opera. Tebaldi verificherà con il commercialista. Comunque il Consiglio si esprime favorevolmente sul proseguimento dell’indagine e della eventuale trattativa successiva, che dovrà prevedere una scrittura privata dettagliata nei compiti e nella retribuzione, e di cui il Consiglio sarà costantemente aggiornato.

Il Presidente riferisce di essere stato avvicinato dalla figlia di Libero che si lamenta dell’impegno del padre presso il bar, temendo per la sua salute e incolumità. Il Presidente riferisce che Libero, avendo coperto volontariamente l’apertura domenicale del bar, ha espresso molta soddisfazione; pertanto viene deciso di rispondere alla figlia di Libero con una lettera scritta nella quale sia evidente che la prestazione di Libero è assolutamente volontaria e dallo stesso decisa, per il rapporto che da sempre ha con il Circolo.

 

HACCP: Arci propone il corso di aggiornamento a 70 euro a persona; Benedetto verificherà se sia sempre disponibile il corso on line che costa molto meno.

 

LPU: il Presidente andrà all’INAIL per attivare il fondo dedicato all’assicurazione delle persone che prestano servizio alternativo alla pena presso il Circolo.

 

VOLONTARI. È necessario fare la copertura assicurativa per i volontari nel Circolo, Benedetto ha trovato una polizza che copre anche eventuali danni per somministrazione generi alimentari al costo di 180 euro annui; il Consiglio approva.

 

ACCOMPAGNATORI: Benedetto propone una tessera “amico” di pochi euro per accompagnatori di bambini che per la loro attività sono già coperti assicurativamente, o per amici occasionali, insomma per quanti non vogliano la tessera arci o uisp, ma attraversino il Circolo senza copertura assicurativa.

 

INCARICHI: Giovanni e Benedetto si incontreranno per proporre aggiornamenti sul sito, mentre il Presidente sollecita una partecipazione più attiva sul blog o FB relativamente alle attività e spettacoli, perché ci sia un’assunzione di responsabilità da parte degli utenti con commenti motivati; richiama alla necessità che lo strumento informatico resti uno strumento di comunicazione e partecipazione e non sostituisca la relazione umana che è la base della vita sociale del Circolo.

Benedetto si rende disponibile ad incontrare le Associazioni che operano nel Circolo per avanzare proposte di valorizzazione delle loro attività, di informazione all’esterno, di promozione con sconti ecc.  Antonella raccomanda delicatezza nel gestire i rapporti con le Associazioni che sono la fonte di entrata certa del Circolo.

Giovanni si rende disponibile per seguire amministrativamente (compilazione moduli, riscossione incassi, pagamento….) l’organizzazione delle serate musicali, a partire dall’aggiornamento dei moduli da effettuare con Antonella.

Il Presidente ribadisce che apprezza molto la programmazione musicale e teatrale, che teme la concorrenza di altre sale che insistono sullo stesso circuito di pubblico selezionato, e si rammarica perché a tutt’oggi le entrate delle serate musicali non riescono a coprire il costo delle stesse, per cui si dovrebbe forse cercare una programmazione più ampia, attenta alle coincidenze di date con altre sale, e curare di più l’informazione tramite stampa e social; sottolinea la necessità di effettuare sempre il controllo della sala durante le manifestazioni. Riferisce che Duccio Tebaldi ha chiesto un aumento, da30 a40 euro, per l’attività di fonico svolta da Manu: l’accordo iniziale era che la spesa per il fonico rientrasse nel costo complessivo del concerto, ma questo non succede mai; attualmente la mancanza di copertura delle spese per le serate non consente questo aumento. L’aumento ci sarà quando sarà possibile coprire le spese delle serate.

Lorenzo si rende disponibile per seguire le questioni sicurezza, legate alla video sorveglianza; il Presidente a questo proposito propone al Consiglio che Lorenzo Palandri sia il responsabile della videosicurezza (il presidente ne è il titolare) e insieme nomineranno gli incaricati della videosorveglianza che saranno coloro i quali sono preposti alla visualizzazione delle immagini

Il Consiglio all’unanimità delibera che Lorenzo Palandri sia il Responsabile della videosicurezza.

 

VARIE ED EVENTUALI: Antonella informa di un accordo che si potrebbe fare con i fornitori della birra fack’s, per la quale si dovrebbe abbassare il prezzo da 3 a2,5 euro e chiede l’approvazione del nuovo listino prezzi bar, che sottopone al Consiglio. Il Consiglio approva.

 

La seduta è tolta alle ore 11.45

 

 

Il Presidente                                                                                                 La Segretaria

Fabrizio Poli                                                                                               Anna Nocentini

Dai Verbali del 19 dicembre 2016 e del 9 gennaio 2017


In data 19 dicembre 2016 alle ore 21.15 nella sede del circolo si riunisce il Consiglio Direttivo del Progresso col seguente odg

  • adempimenti statutari: Elezione del Presidente

(omissis)

 

essendo presente i l numero legale la seduta è valida.

 

(omissis)

 

Risulta eletto all’unanimità Fabrizio Poli che accetta l’incarico

(omissis)

                                                                                                                      

 


In data 9 gennaio 2017 alle ore 21.30 nella sede del Circolo, si riunisce il Consiglio Direttivo col seguente odg

  • Elezione delle cariche statutarie

 

(omissis)

 

Risultano eletti

Vicepresidente: Lorenzo Palandri

Amministratrice: Antonella Bozzi

Cassiera: Marie Julien

Segretaria: Anna Nocentini

 

(omissis)

 

Il Consiglio delibera all’unanimità che i poteri di firma siano attribuiti esclusivamente al Presidente Poli Fabrizio e all’Amministratrice Antonella Bozzi.

 

(omissis)

                                                                                                                       

 


Verbale del Consiglio del 5 settembre 2016



Il  5 settembre 2016 alle ore 21.30 si riunisce il Consiglio del Progresso col seguente odg:

assemblea dei soci per fine mandato del Consiglio
situazione circolo alla ripresa delle attività

Sono presenti i consiglieri Poli, Bozzi Antonella, Nocentini, Romanelli, Benedetti; è presente anche il revisore dei conti Bozzi Alessandro. Assenti giustificati Julien, Palandri e Metti.
Essendo presente il numero legale la seduta è valida. Presiede il presidente Poli, verbalizza Nocentini.
Il Presidente ricorda le norme statutarie che impongono il rinnovo del consiglio che è in carica da oltre due anni con la proroga ricevuta dall'Assemblea e fa presente come questo consiglio si sia ormai ridotto a soli otto componenti. Ovviamente l'attuale consiglio resta in carica fino alla nomina del nuovo consiglio sia per l'ordinaria amministrazione sia per gestire le questioni in corso, prima fra tutte l'adeguamento del circolo alle norme antincendio e la programmazione delle attività del circolo che si annunciano importanti. Il Presidente ricorda inoltre che per far fronte alle nuove spese è stato chiesto alla BPE sia l'adeguamento dei mutui sia la loro sospensione per un anno.

(....omissis)

Bozzi Antonella informa che la domanda relativa alla sospensione dei mutui e alla sua rinegoziazione con BPE è stata completata e presentata alla banca prima della pausa estiva e che il circolo ha pagato i mutui fino a tutto agosto 2016; in relazione al bar fa presente che in questo periodo fa servizio Riccardo Cacchioni come attività di LSU per sedici ore settimana, e che Libero Caldelli ha chiesto di poter svolgere attività di volontariato al bar per due giorni la settimana:  farà la chiusura del lunedi e un altro giorno da concordare col gruppo dei baristi almeno fino alla fine dell'anno.


Il Consiglio delibera all'unanimità:


  • di indire l'Assemblea dei soci per il 10 ottobre (dimissioni del Consiglio e nomina commissione elettorale)



Inolre il Consiglio delibera all'unanimità:


  • 28 di settembre, serata di autofinanziamento e di tesseramento con Buffet (se ne occupa Antonella con Anna e Marie) e improvvisazione teatrale e musicale invitando tutte le associazioni e i soci del Progresso. Sarà anche l'occasione per illustrare le nuove norme di tesseramento
  • 14 e il 15 settembre, spettacoli di beneficienza a favore delle popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto
  • sabato 17 settembre, apertura della stagione e degli eventi musicali e teatrali
  • di essere informato anche via mail, circa la scelta della ditta per i lavori da effettuarsi nel circolo per la quale da mandato al Consiglio di presidenza


Non essendoci altro da deliberare, la seduta è tolta alle ore 23.00


 


Il segretario                                                                                                il Presidente


 


Verbale del consiglio del 7 marzo 2016


Lunedi  7 marzo 2016 alle ore 21.15 si riunisce il Consiglio Direttivo del Progresso col seguente odg:


  1. Episodio 12 febbraio 2016
  2. Adeguamento struttura nuova normativa antincendio
  3. Assemblea soci per bilancio 2015
  4. Informazione del presidente sull’andamento del circolo
  5. VarieSono presenti i consiglieri Nocentini, Poli, Bozzi, Julien, Benedetti. E’ presente anche il Probiviro Massimo Naimi in


Il presidente fa presente al Consiglio che il consigliere Magro si è ufficialmente dimesso. Pertanto il numero complessivo dei consiglieri scende a  nove e quindi il numero legale per la validità del consiglio è di cinque. Il Presidente ricorda al Consiglio che il mandato scadrà a settembre e quindi la prossima assemblea sarà chiamata ad eleggere la commissione elettorale. Come appare evidente la gestione del circolo nelle attuali condizioni è assai complessa  e ovviamente  sarà necessario costruire un nuovo consiglio che sia sufficientemente ampio da non far ricadere su pochi tutta la gestione, viste anche le difficoltà che andremo ad incontrare nei prossimi anni in termini di spese di adeguamento e manutenzione dell’immobile.


  1. In merito all’episodio del  12 febbraio 2016  (.........) il Consiglio all’unanimità auspica che fra i due soci possa esserci un chiarimento nell’ambito dei valori dell’Arci ai quali ambedue hanno aderito (..........)
  2. Il Presidente informa il Consiglio di quanto già a conoscenza del Consiglio di presidenza in merito alla nuova normativa antincendi che entrerà in vigore a novembre del 2016 e a tal proposito allega quanto già inviato al Consiglio di presidenza (vedi allegato n. 2) . In pratica al momento si sta mettendo a punto un progetto da presentare ai VV.FF che preveda una serie di interventi dei quali il consiglio sarà informato nella prossima riunione.                                                                                a.apertura via di fuga dal teatro (seconda porta) alla porticina esterna


 (hanno verificato che la porticina esterna   è classificata dal comune di Firenze anche se non risulta dalle  mappe)


         b. posizionamento di numerosi rilevatori di fumi con relativa centralina di allarme


         c. chiusura di due porte (una della sala associazioni e quella che dal bar porta alle scale)


         d. eliminazione dal Teatro di tutto ciò che è infiammabile


         e. messa in sicurezza delle scale con porte Rei (n.5 due nel seminterrato, due al piano terra e una al primo piano) e apertura lucernaio


         f. comando di apertura senza salire su una sedia di almeno due finestre del teatro.  Ovviamente tutto questo implicherà una spesa straordinarie e ovviamente dovrà essere informata l’Assemblea dei soci. Gli interventi tuttavia avranno una loro scala di priorità che ci dovrebbe consentire di far fronte a queste nuove richieste della normativa  diluendo nel tempo la loro attuazione.  Il Consiglio all’unanimità da l’assenso al presidente a procedere nel progetto riservandosi ovviamente di analizzare al momento opportuno i vari preventivi relativi ai lavori.


  1. Il Consiglio stabilisce che l’Assemblea di bilancio 2015 debba tenersi a fine aprile 2016. La prossima seduta del consiglio convocherà l’Assemblea dei soci
  2. Il presidente informa il Consiglio sull’andamento del circolo e in particolare sul positivo andamento  della programmazione che sta portando nuovi soci e nuove frequentazioni. (..........)
  3. Il Presidente informa che al momento le pulizie vengono svolte con i Lavori di Pubblica Utilità e che in proposito ci sono molte richieste e che è difficile prevedere i tempi necessari per esaudire le richieste in quanto difforme è il comportamento dei singoli tribunali. (...........)
  4. Bozzi Antonella propone una settimana di controllo delle tessere Arci dentro al Progresso adibendo una persona a tale scopo per la quale prevedere anche un rimborso spese e dà mandato all'amministratrice per realizzare tale controllo a tappeto nella maniera più economica possibile, vista la non disponibilità dei consiglieri a farlo.


 


Non essendoci niente altro da deliberare la seduta è tolta alle 23.40


 


 


La segretaria                                                                                                            Il Presidente


Anna Nocentini                                                                                                         Fabrizio Poli                                                                           


 


 

Verbale del consiglio del 1 febbraio 2016

 

 

Lunedi 1 febbraio 2016 alle ore 21.15 si riunisce il consiglio direttivo del Progresso col seguente odg:

  1. Comunicazioni del Presidente
  2. 2. Comunicazioni dell’Amministratrice
  3. Installazione telecamere di sicurezza
  4. Tesseramento e obblighi statutari
  5. Varieo presenti i consiglieri Nocentini, Poli, Bozzi, Julien, Pedolicchio, Romanelli e Palandri. Assente giustificato Benedetti. E’ presente anche il revisore Bozzi Alessandro. Essendo presente il numero legale la seduta è valida.
  • Il Presidente aggiorna il Consiglio in merito all’andamento del circolo in quanto il Consiglio non si è più riunito da novembre del 2015. Nonostante alcune negatività come la chiusura del circolo per l’ultimo dell’anno (non siamo riusciti ad organizzare niente per una serata che poteva rappresentare un introito importante per il circolo), nonostante alcune serate programmate non troppo felicemente a ottobre e novembre, gli ultimi eventi (Ugo Race, Notte Rossa, i primi concerti della rassegna “Cantami  o diva”, le rappresentazioni teatrali della rassegna “Musica e Pupazzi” per bambini, la rappresentazione teatrale Donne Nascoste) sembrano aver dato al circolo un’identità ben precisa in termini di qualità e anche di partecipazione. Forse siamo sulla buona strada se soprattutto questa programmazione sarà seguita da un miglioramento anche economico. Rispetto alla fase iniziale sono partiti anche un corso di danze e musica popolare il giovedi a cura di Chiara Garuglieri e probabilmente partirà anche un corso di musica araba a cura dell’associazione Al Wifak. Dal punto di vista strutturale stiamo recuperando i locali dell’ex deposito del bar nel seminterrato rendendo la stanza acusticamente isolata rispetto alle case vicine e stiamo mettendo a disposizione dell’Ass.Musicale Jazzy le stanze della mansarda per le lezioni individuali in modo da liberare completamente la sala associazioni per attività più adatte alle dimensioni del locale. A questo proposito Bozzi Alessandro comunica che almeno una stanza è già pronta e dalla prossima settimana sarà utilizzata. Resta ancora da sistemare la sala giochi.
  • L’amministratrice Bozzi comunica al Consiglio in merito ad alcuni aspetti della situazione economica. Il circolo è in pari con il pagamento di mutui e bollette e anche la situazione dei conti correnti è sotto controllo pur essendo sempre al limite del fido. In relazione all’andamento economico del Bar Bozzi comunica che rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso c’è stato un incremento di 5000 euro ma questo incremento non è stato accompagnato da un rendimento adeguato, assestandosi sul 40% (un bar funziona quando il rendimento è almeno del 50%). (....) Bozzi infine informa il Consiglio che è in corso un contenzioso rispetto ad un contratto internet stipulato che prevedeva il noleggio di un dispositivo di controllo per il quale aveva concordato il prezzo di 20 euro a bolletta. In realtà il noleggio si è rivelato assai piu oneroso per cui ha provveduto a disdire il contratto stipulato. Questo ovviamente comporta spese aggiuntive. In merito alla situazione del bar il Consiglio invita Bozzi a individuare le cause della situazione (prezzi non adeguati, somministrazioni non corrette….) insieme a Duccio Tebaldi e a riportare la situazione alla normalità nel piu breve tempo possibile. In merito alla situazione del noleggio del dispositivo di controllo dell’uso di internet da parte dei soci del circolo il Consiglio invita l’Amministratrice a prendere contatto con un avvocato di un’Associazione dei Consumatori per un consiglio sulla linea da tenere.
  •  A. In merito alla necessità di mettere in sicurezza il circolo, il Consiglio, sentito anche il parere dei carabinieri intervenuti nella serata del 10 novembre, preso atto dei numerosi episodi nei quali i consiglieri e/o soci si sono trovati coinvolti, consapevole che non è possibile controllare le persone al momento dell’ingresso,  delibera che ritiene necessario utilizzare la videosorveglianza, specie nelle zone non sorvegliabili da parte del socio che svolge la funzione di barista,  al fine di controllo e deterrenza di fenomeni criminosi (aggressioni e liti, furti, danneggiamenti, atti di vandalismo, atti minacciosi nei confronti dei soci, trasgressione delle regole di convivenza)  che possono avvenire all’interno del circolo.  
  • B. Il Consiglio delibera inoltre che è necessario integrare all’esterno la piccola telecamera già in funzione a tutela della sicurezza sia del Circolo sia del Partito della Rifondazione Comunista ospitato in comodato d’uso nei locali al primo piano del Progresso.
  • C. Il Consiglio all’unanimità, preso atto della compatibilità economica illustrata dall’Amministratrice, delibera l’approvazione del preventivo della ditta Protek , precisando ovviamente che l’installazione dovrà avvenire sulla base delle prescrizioni indicate dal garante (Provvedimento in materia di videosorveglianza - 8 aprile 2010 G.U. 29 aprile 2010).
  • Il presidente ricorda al consiglio che entro aprile dovrà essere convocata un’assemblea per approvare il bilancio  2015 e istituire una commissione elettorale per formare il nuovo Consiglio. Bozzi prende la parola e informa il Consiglio in merito alla richiesta di rinnovo o di richiesta ex novo della tessera da parte di alcuni soci e/o frequentatori che hanno un debito non saldato nei confronti del bar o hanno tenuto un comportamento offensivo nei confronti dei consiglieri e di altri soci. A questo proposito il consiglio delibera che non potranno essere soci del progresso i soci che sono stati censurati dal Consiglio nel corso dell’anno e dei soci o frequentatori che non hanno ancora saldato il debito nei confronti del bar. (....)
  • Bozzi fa presente al Consiglio la difficoltà ad ospitare feste che implicano poi un grosso lavoro di pulizia e a questo proposito propone una convenzione scritta da far firmare al momento della prenotazione dello spazio. La convenzione viene approvata e allegata al presente verbale.
  • Pedolicchio illustra una sua proposta di un’attività di carattere teatrale da tenersi in favore dell’ospedale Mayer. Il Consiglio ne approva l’intenzione qualora la fattibilità sia possibile. A questo proposito Pedolicchio dovrà concordare l’evento con Duccio Tebaldi

Non essendoci altro da deliberare la seduta è tolta alle ore 24

La segretaria                                                                                                                               Il Presidente

 

 Verbale del consiglio del 16 novembre 2015




Il Consiglio del Progresso è convocato d'urgenza Lunedi 16 novembre alle ore 21.15 col seguente odg:

 

 

 

Episodi del 10 novembre*  e misure conseguenti

 

Sono presenti i consiglieri Benedetti, Romanelli, Bozzi, Palandri, Nocentini, Poli, Julien. E’ presente anche il revisore dei conti Bozzi Alessandro.

Essendo presente il numero legale la seduta è valida

 

Riferisce il Presidente su quanto accaduto il pomeriggio e la sera del 10 novembre :

 

1. ore 18.30. ad un ennesimo sollecito da parte del presidente al rispetto delle regole sono succeduti una serie di atti provocatori sfociati in comportamenti verbalmente violenti nei confronti del presidente stesso da parte di un socio e dalle intemperanze dei frequentatori che ad un certo punto sono entrati in massa (con i cani) nella sala bar. Nessuno dei soci presenti (baristi compresi) sono intervenuti a sostenere le ragioni del Presidente.

2. ore 21 l'amministratrice del circolo è stata oggetto di comportamenti verbalmente violenti da parte di alcuni frequentatori (non soci del Progresso) nonché di provocazioni. Un frequentatore, ha chiamato il 112 determinando l'intervento dei carabinieri.

 

Il Presidente riferisce poi in merito alla lettera per i marciapiedisti che è stata sottoscritta da un numero assai basso di soci e quindi non ha avuto il seguito sperato ed è stata comunque pubblicata sul blog del circolo

 

Intervengono sull’argomento tutti i consiglieri presenti che alla fine concordano all’unanimità che non è possibile procedere legalmente nei confronti dei violenti in quanto essi sono in grado di produrre testimonianze false a loro vantaggio cosi come consigliato dalla pattuglia dei carabinieri intervenuta che tuttavia ha chiesto al circolo di dotarsi di sistemi di sicurezza e di non fare entrare le persone non desiderate.

Il Consiglio delibera quindi:

 

  • di censurare il comportamento del socio (....)  la cui domanda di rinnovo, se ci sarà, dovrà essere valutata dal Consiglio
  • di deplorare il comportamento violento e prevaricatore dei frequentatori non soci che ovviamente non potranno mai essere accettati come soci del circolo
  • di dotare il circolo di telecamere di sicurezza e a questo scopo viene delegata l’amministratrice a prendere contatti in proposito con una ditta specializzata
  • Il consiglio invita poi i consiglieri che si venissero in futuro a trovare nelle stesse situazioni di non accettare provocazioni

 

Prima di terminare il presidente informa il Consiglio delle difficoltà di organizzare una festa per l’ultimo dell’anno (caratteristiche: buffet, musica con ingresso riservato solo a chi ha pagato). Nel caso non fosse possibili l’organizzazione il circolo resterà chiuso.

 

Non essendoci niente altro da deliberare la seduta è chiusa alle ore 23.00

 

 

Il segretario                                                                 Il Presidente

 

 

 

 

 Verbale del consiglio del 26 0ttobre 2015

 

 

 

Il Consiglio è convocato per Lunedi 26 ottobre col seguente odg

  • comunicazioni del presidente su contenziosi, lavori manutenzione immobile, programmazione teatro, corsi, andamento bar
  • insolvenze soci (Bar)
  • ultimo dell'anno
  • varie

Sono presenti Benedetti, Romagnoli, Bozzi, Julien, Metti, Palandri

Il Presidente comunica al consiglio

  1. contenziosi Enel: si stanno risolvendo con un indennizzo parziale per il circolo che tuttavia dobbiamo accettare in quanto l’eventuale nuova richiesta richede l’intervento di un avvocato e soprattutto il ricorso al tribunale e quindi tempi lunghissimi
  2. stiamo procedendo ad una serie di lavori di manutenzione: sistemazione ripostigli della polivalente, sistemazione muri polivalente, divisione dello spazio cucina, sistemazione pareti sala teatro, sistemazione illuminazione polivalente. Tutti questi lavori, salvo quelli dell’illuminazione della polivalente, sono fatti con il volontariato. Resta da sistemare il bar (piano per sgabelli) e la sala per la musica (ex magazzino)
  3. la programmazione della sala teatro per concerti e spettacoli procede con le seguenti regole: gli spettacoli li scelgono Duccio Barlucchi (teatro) e Duccio Tebaldi (musica); per la musica si faranno solo concerti di musica acustica adatti al tipo di teatro, la programmazione sarà di tre mesi in tre mesi e si cercherà sempre di riempire tutti i fine settimana. Stiamo al momento sperimentando un tipo di concerti jazz proposti da Fabio Balzano
  4. I corsi delle associazioni sono partiti regolarmente salvo quelli di teatro che sono in ritardo rispetto all’anno scorso
  5. L’ andamento del bar è positivo per quanto riguarda l’affluenza e agli incassi superiori all’anno scorso. A gennaio sarà fatta la valutazione dell’andamento economico

 

Il Presidente comunica che alcuni soci e frequentatori del bar hanno un debito nei confronti del bar che supera i mille euro e ne fornisce l’elenco al consiglio. (....)  Il Presidente chiede al consiglio se addebitare al bar (e quindi al barista che ha accettato di “segnare” invece che pagare le consumazioni) questa cifra. Il Consiglio invita il Presidente a insistere presso i debitori chiedendo ancora il pagamento di quanto consumato, anche accettando un pagamento rateizzato. Il Presidente invita l’amministratore a mettere le perdite (pari a 1040 euro) a bilancio.

 

In merito all’ultimo dell’anno il Presidente invita a predisporre da subito una serata che porti al circolo un consistente introito necessario per sanare almeno una parte dei debiti, anche se al momento non ha trovato soci in grado di organizzarla. Il prezzo potrebbe essere intorno ai trenta euro e l’ingresso riservato a chi ha pagato il contributo.

 

L’amministratrice Bozzi interviene per sottolineare come la continua presenza di persone a fumare e ad accompagnare cani davanti all’ingresso ostacola il buon andamento del circolo disturbano i frequentatori che si lamentano sia della presenza sia delle frasi anche ingiuriose che talvolta vengono rivolte ai passanti. Il Consiglio decide all’unanimità di scrivere predisposta una lettera aperta per i "marciapiedisti" soprattutto del pomeriggio. La lettera dovrà essere sottoscritta dai soci del Progresso e dalle associazioni e dai loro frequentatori. Essa sarà pubblicata su internet  e poi resa nota a tutti e inviata per conoscenza al Quartiere 5. La bozza della lettera sarà inviata a tutti i consiglieri entro la settimana.

 

Non essendoci niente altro da deliberare la seduta è tolta alle ore 23.30

 

 

Il segretario                                                                       Il Presidente

 



 

Verbale del consiglio del 16 settembre 2015


 

Mercoledi 16 settembre 2015 alle ore 21.15 è convocato il Consiglio del Progresso col seguente odg:

 

  1. Comunicazioni del Presidente in merito ai lavori effettuati e da effettuare,  alla situazione economica, alla nuova gestione del bar e alla funzionalità del Consiglio
  2. Associazioni presenti nel circolo e uso degli spazi
  3. Programmazione teatro (concerti e rappresentazioni) e attività del circolo ad essa connesse
  4. Lavori di Pubblica Utilità al Progresso
  5. Attività e problematiche inerenti la sicurezza
  6. Varie ed eventuali

Sono presenti Benedetti, Magro, Romanelli, Bozzi, Nocentini, Julien, Poli, Pedolicchio (arriva alle 22.15). Essendo presente il numero legale la seduta è valida

 

1   Comunicazioni del Presidente:

 

contenziosi Enel: stiamo cercando di documentare i danni subiti e abbiamo richiesto i danni all’Enel per il secondo episodio; il primo sembra in via di soluzione con una proposta di accordo da parte dell’Enel

contenzioso telefoni Tim e Wind. Si stanno risolvendo ma in maniera negativa per il circolo che per sanare una situazione contrattuale penalizzante è costretto ad accettare risoluzioni onerose dei contratti in essere. Del contenzioso Sky non ci sono notizie in proposito

 

stiamo procedendo ad una serie di lavori di manutenzione: sistemazione del bar, sistemazione ripostigli della polivalente, sistemazione muri polivalente, divisione dello spazio cucina, sistemazione pareti sala teatro, sistemazione illuminazione polivalente. A questo scopo abbiamo preso in prestito un ponte mobile dal circolo di Castello

 

la situazione economica è molto difficile anche perché i danni subiti dai sovraccarichi enel sono ingenti e il periodo di chiusura del circolo ha pesato molto sul bilancio.

 

Funzionalità del Consiglio. Il Presidente ricorda che il Consiglio è in regime di proroga e funziona per lo stretto indispensabile. A settembre del prossimo anno dovremo formare un nuovo consiglio e quindi chiede a ogni consigliere di trovare tra i soci chi è disposto ad assumersi responsabilità di gestione

 

 

2   Al momento sono presenti nel circolo le seguenti associazioni: A.M.Jazzy, Teatro d’Almaviva, Pentecostali, Ass.Haidon Gumdo (spada coreana), Parkour Firenze, Tao Chi Firenze, Trettempi Folk, Statuto in Transizione, Il Becco, Larg e Larp, Le prime sei occupano locali per i quali versano un contributo; Trettempifolk organizza le serate del giovedi, le altre organizzano eventi. IlConsiglio prende atto

 

3   La programmazione che andremo ad intraprendere dovrà essere tale da occupare sempre sia il venerdi che il sabato tenendo conto delle esigenze prioritarie delle associazioni presenti nel circolo che dovranno comunque comunicare per tempo le date dei loro eventi. Responsabie del Teatro è Duccio Barlucchi che fungerà da direttore artistico nella predisposizione del cartellone teatrale. Al momento del cartellone concertistico si occuperà Duccio Tebaldi. La programmazione avverrà di tre mesi in tre mesi: ott/nov/dic, genn/febb/mar,  apr/magg/giu. . Il Consiglio approva all’unanimità

 

4    Il Bar, come il consiglio ha deliberato, è stato affidato ad una gestione che trova il responsabile in Duccio Tebaldi che si avvarrà della collaborazione volontaria di Libero Caldelli e di quella di Vidoni Marta che sarà retribuita mediante vaucher dell’Inps. Tebaldi sarà al bar come volontario e organizzerà eventi musicali tali da incrementare l’andamento del bar. Se col volontariato non riusciremo a coprire il tempo bar faremo ricorso a personale da retribuire sempre mediante vaucher. Corrodinerà il tutto su acquisti e gestione economica l’amministratrice del Progresso Bozzi Antonella. Al momento siamo ancora in una fase di avvio e quindi ogni valutazione è prematura. Il Presidente ricordai che il 18 c'è la festa di inaugurazione del bar e anche di inizio attività. Ovviamente sarà opportuno che tutti i consiglieri siano presenti (non importa per tutto il tempo, basta una presenza nello spazio compreso fra le 17 e le 24...)  anche per dare l'idea visiva del "cambio di passo" che ci siamo proposti.

 

 

5   Le pulizie saranno fatte per quanto possibile ricorrendo ai Lavori di pubblica Utilità e in tal senso è già all’opera nel circolo un “condannato” la cui attività viene documentata con firma di ingresso e di uscita sotto la responsabilità di Anna Nocentini e del Presidente.

 

6   Problema sicurezza. Nell’anno passato abbiamo fatto tutto quanto doveva essere fatto in merito al Documento sulla Sicurezza: il piano di evacuazione, le squadre di soccorso ricorrendo a persone che già sul posto di lavoro hanno fatto corsi di pronto soccorso e antincendio.   Resta il problema dell’adeguamento dello spazio teatro-bar alle richieste dei vigili del fuoco con la predisposizione di un progetto di adeguamento e della presenza del defibrillatore all’interno del circolo. In merito al primo problema il Presidente sentirà la consulente dell’Arci e sul defibrillatore aspetteremo i chiarimenti della Regione Toscana

 

La seduta è tolta alle ore 23.30

 

 

Il segretario                                                                                    Il Presidente

 

 

 

Verbale del Consiglio Direttivo 27 luglio 2015



 Il Consiglio del Progresso si è riunito lunedi 27 luglio alle ore 19.00

col seguente odg:

 

  1. Contenzioso Enel e richiesta danni
  2. Gestione bar 2015-16

(.....) essendo presente il numero legale la seduta è valida

  1. Il Presidente informa il Consiglio in merito al Contenzioso con l’Enel per i danni subiti nei due sovraccarichi per riparare i quali il circolo è in grave difficoltà. L’Enel ha chiesto alla società Sircus un supplemento di indagine e stiamo preparando la lettera con i relativi preventivi e/o fatture. C’è il problema del danno di immagine subito dal PRC che non è ancora stato quantificato dai responsabili. Nel caso ci fossero problemi si ricorrera ad un legale col quale il circolo ha già preso i contatti (avv.Noris Morandi)
  2. Dopo i contatti tra il Presidente e il sig. Tebaldi, quest’ultimo ha sostenuto una serie di colloqui con l’amministratrice Bozzi in merito all’assunzione della gestione del bar. Sentita la relazione in proposito di Antonella Bozzi, il Consiglio delibera all’unanimità che
  • Duccio Tebaldi ha  l’incarico della gestione del bar del Progresso per un periodo di prova reciproca dal 1 settembre al 31 dicembre 2015
  • Il suddetto incarico dovrà svolgersi in stretta collaborazione con l’amministratrice Bozzi per consentire di porre i presupposti economici per un accordo successivo basato sulla ripartizione percentuale degli utili fra il circolo e il sig. Tebaldi. Nel periodo di prova da settembre a dicembre il sig. Tebaldi sarà retribuito tramite vaucher.
  • Tebaldi e Bozzi prepareranno un programma di rinnovamento del bar da attuarsi a partire dal 1 settembre 2015 (modifiche ambientali e razionalizzazione fornitori e introduzione di nuove merci)
  • Nel periodo da settembre a dicembre per la gestione del bar si potrà usufruire del contributo volontario di Libero Caldelli e di quello retribuito con vaucher di Marta Vidoni ed Elena De Zan

 

Il Presidente propone al Consiglio di incaricare Duccio Tebaldi, che lo ha espressamente richiesto, della gestione degli strumenti acustici del teatro. Il Consiglio approva.

Infine il Consiglio riconferma il periodo di chiusura dal 3 al 29 agosto subordinandolo tuttavia al cronoprogramma dei lavori del bar che sarà redatto nei prossimi giorni. Le eventuali variazioni saranno comunicate sul sito del Progresso, cosi come la possibilità di vedere fin dal mese di agosto le partite di campionato della A.C.Fiorentina (abbonamento Mediaset) su maxischermo per il recupero del quale il consiglio conferma il prezzo di entrata in sala video di euro 3. Il Presidente ricorda che c’è la necessità di trovare un responsabile che aiuti Massimino per disciplinare l’accesso alla sala video e il mantenimento dell’ordine (comportamento adeguato e divieto di fumo). Il consigliere Benedetti fa presente che qualora il comportamento dei soci che vedono la partita non fosse consono alle norme, non avrebbe niente in contrario alla disdetta dell’abbonamento mediaset.

Non essendoci niente altro da deliberare la seduta è chiusa alle ore 20.10

 

La Segretaria                                                                                                    Il Presidente  

 




Verbale del Consiglio  Direttivo 8 luglio 2015


 


Il Consiglio del Progresso si è riunito mercoledi 8 luglio alle ore 21

col seguente odg:

 

  1. situazione impianto elettrico a seguito di nuovo sovraccarico Enel

e azioni di conseguenza

2. valutazione situazione determinata dall'apertura bar 19.30, periodo di chiusura estiva e proposte inerenti la gestione del bar a partire da settembre

3. valutazione festa 100 anni e proposta di replica delle uscite in altre occasioni

4. programmazione attività stagione 2015-16

 

Sono presenti i consiglieri: Poli, Bozzi, Benedetti, Nocentini, Romanelli, Pedolicchio; assenti giustificate Julien e Metti; non pervenute giustificazioni dal consigliere Magro; è presente anche il revisore Alessandro Bozzi essendo presente il numero legale, la seduta è valida.

  1. Il Presidente informa il Consiglio sul nuovo episodio di sovraccarico da imputare alla rete di distribuzione e informa circa i danni che vanno a sommarsi a quelli del precedente episodio. I danni sono notevoli e potrebbero superare i 10.000 euro, una cifra importante che crea allarme per le risorse economiche del Progresso; al momento sono state fatte soltanto le urgenze necessarie per riaprire il circolo: ripristino dei punti luce fondamentali e delle cellule automatiche per l’illuminazione dei bagni e il ripristino dei frigoriferi e dei computer necessari per lavorare. Il Consiglio da mandato al Presidente in merito alla richiesta di danni da inoltrare all’Enel Energia servendosi anche dell’ausilio di un legale, cercando anche di prospettare il danno ricevuto dal Progresso in termine di mancati guadagni da parte del bar e di chiedere a Banca Etica una sospensione del mutuo: Bozzi risponde che vedremo volta volta quale è la situazione e che parlerà lei direttamente con Banca Etica.
  2. Il Presidente informa il Consiglio circa una sua autonoma decisione di anticipare l’apertura del bar alle 18.30 per tutto il mese di luglio (non rispettando la decisione dell’assemblea di aprire alle 19.30) a causa delle continue proteste di alcuni frequentatori che si radunano davanti alla porta del circolo fin dalle primo pomeriggio continuando a importunare passanti e vicini. L’apertura alle 18.30 è servita almeno a far cessare le proteste, anche se il gruppo di soci continua ad occupare il marciapiede fin dalle 17 provocando come sempre disturbo ai passanti e danni all’immagine del circolo. Il Consiglio ratifica le decisioni prese dal Presidente e delibera all’unanimità di tener chiuso il circolo nel mese di agosto dal 3 al 28 anche per favorire l’esecuzione di alcuni lavori necessari per il rilancio del bar. Il Presidente informa il Consiglio che ha individuato una persona (Duccio Tebaldi) con esperienze pregresse nei circoli arci, intenzionata a prendersi la responsabilità del bar e chiede al Consilio l’autorizzazione ad avviare un percorso per arrivare ad una proposta da sottoporre al Consiglio. Il Consiglio autorizza.
  3. Il Presidente informa il consiglio sugli esiti positivi della festa del centenario soprattutto perché è servita a far conoscere la realtà del Progresso che è ben diversa da quella che appare sul marciapiede. Viene proposto di ripetere l’uscita in p.zza Giorgini a settembre per presentare le associazioni e di istituire una specie di Festival del Quartiere (Romanelli) da proporre al Consiglio di  Quartiere. Il Presidente si impegna a informarsi sui costi e a investire del Progetto Festival le associazioni del Progresso e successivamente il Consiglio di Quartiere.
  4. Il Presidente informa il Consiglio che al momento hanno dato conferma per la prossima stagione: La scuola musicale Jazzy (stanza dell’interrato + uso sala associazioni), la scuola del Teatro d’Almaviva (Teatro lun e mart e sala poliv. Lunedi), il Parkour Firenze (mart. e ven. pomeriggio), Pentecostali (giov. Pomeriggio: Sala associazioni e domenica dalle 11 sala associazioni o polivalente, BuenosairesTango domenica sera). Ci sono poi altre proposte presentate/pervenute da Fabio (..) Duccio Tebaldi (presentati dal consigliere Pedolicchio)  relative a concerti-lezione di musica jazz e serate cantautoriali: chiedono per il jazz il giovedi sera e la domenica sera e per i concerti cantautoriali il sabato o il venerdi,  ma per il giovedi si attende la conferma o meno del Trettempi folk e la domenica è occupata dalla Milonga (BuenoairesTango). Pedolicchio prende la parola ed esprime il suo rammarico per il non rispetto delle decisioni dell’assemblea in merito all’orario del bar; inoltre contesta pesantemente che sia stato scorporata, in una proposta di cui era a conoscenza e che intendeva sostenere, la gestione del bar dall’organizzazione di serate; secondo il consigliere Pedolicchio per il rilancio del bar  è utile legare i concerti cantautoriali e jazz all’apertura del bar, che quindi dovrebbe stare aperto solo se c’è attività nel circolo. Il Presidente risponde che la gestione del bar (che deve essere rilanciato) è per tradizione di questo circolo, confermata anche da questo Consiglio, separata dalla programmazione e dal cartellone musicale e/o teatrale, anche perché le due funzioni (bar e teatro) rispondono a diverse esigenze dei soci/avventori; si possono introdurre novità ma rispettando le attività presenti nel circolo (sia per rispetto di un rapporto di anni, sia per la certezza delle entrate )  e integrandosi gradualmente e per questo a fine luglio si incontreranno tutti coloro che sono interessati al cartellone 2015-16 per concordare la programmazione. Pedolicchio insiste nel ribadire che non si può scorporare quella che lui sa essere una proposta complessiva di gestione serate  e bar e quindi non si sente in questo momento di esporre tale progetto al Consiglio. Gli altri consiglieri lamentano la mancanza di informazione chiara e invitano Pedolicchio ad essere più esplicito riguardo a questo “progetto” che nessuno ha avuto modo di conoscere;  concordano tuttavia con il Presidente che si impegna ad incontrare di nuovo i proponenti dei concerti-lezione di musica jazz e a riportare la proposta in consiglio.

 

Non essendoci niente altro da deliberare la seduta è tolta alle ore 11.30.

 

Il Presidente                                                                                           Il segretario

 

 


Verbale del Consiglio  Direttivo del 22 aprile 2015  ore 18.30

 

Presenti: Anna Nocentini, Antonella Bozzi, Fabrizio Poli, Marie Julien, Gabriele Magro e Massimo Naimi. Assente giustificato Saverio Benedetti.

 

Il Presidente comunica che dal 1 aprile Libero percepisce (...) la pensione e  (...) pertanto, come previsto, il rapporto di lavoro è da considerarsi concluso.

(...)

Il Presidente propone (...)  in parte volontariamente, in parte con il ricorso ai voucher il cui costo è di 10 euro l’ora, mentre il lavoratore percepisce 7,5 euro l’ora.

Il Consiglio approva.

La chiusura sarà fatta per lo più anche con la presenza di un’altra persona appositamente delegata.

La gestione della cassa dovrà essere uniforme per tutti quelli che lavorano al bar: la sera deve essere depositato l’incasso in cassaforte nella quale sarà conservato separatamente il fondo cassa (...). L’incasso dovrà essere accompagnato dalla distinta (...)

Il Presidente propone che  durante il mese di maggio si preveda la chiusura del bar per qualche giorno per consentire l’imbiancatura e più che altro la riparazione/sostituzione di alcune attrezzature: lavandino, banco frigo, ecc.

Il Consiglio approva.

La parte del locale adiacente al teatro dove c’è il pianoforte e la biblioteca, necessita di un po’ di pulizia, saranno eliminati i divani ormai sporchi e sostituiti con tavolini adatti alle consumazioni.

 

Il Presidente comunica di essere stato contattato da una funzionaria dell’Ufficio Cultura del Q5 in merito alla festa del Circolo prevista dal 18 al 20 giugno prossimo; il Quartiere si è reso disponibile a provvedere alla richiesta del suolo pubblico in Piazza Giorgini (19 e 20) nonché a stampare i volantini pubblicitari da noi impaginati; non avendo disponibilità di strumenti per la piazza (pedana, generatore ecc) ci suggerisce di contattare l’associazione Sketch, loro abituale riferimento per queste necessità; infine, a totale nostro carico la SIAE.

Per il giorno 18, da svolgersi all’interno del Circolo, si pensa ad una apericena invitando i vecchi presidenti del Circolo, l’ARCI provinciale, il Quartiere ecc.; Barlucchi si è proposto per un breve performance.

(...)

 

Il Presidente riferisce anche della situazione creatasi lunedì sera nella sala TV per la trasmissione della partita della Fiorentina durante la quale alcune persone si rifiutavano di smettere di fumare, costringendo di fatto una signora con due bambini ad allontanarsi; grave la solidarietà serpeggiante fra i presenti verso le persone che continuavano a fumare non rispettando regole interne oltre che la legge nazionale. E’ verosimile che alcuni dei presenti non fossero sobri.

Come risulta dal comunicato visibile sul sito del Circolo la situazione è degenerata fino alle minacce, in conseguenza delle quali è stata fatta segnalazione alla polizia.

Per le prossime trasmissioni della partita il Consiglio decide che se viene segnalato che qualcuno continua a fumare si procederà alla sospensione immediata dell’abbonamento Premium.

 

Infine, il Presidente ricorda e sollecita la presenza alla prossima assemblea annuale dei soci che si terrà il 13 maggio, per la discussione/approvazione del bilancio 2014, nonché per discutere le linee programmatiche del 2015 e richiedere la proroga di un anno del presente Consiglio al fine di portare a compimento l’operazione di riorganizzazione del bar e di tutte le attività del circolo oltre a cominciare da subito la ricerca di soci disponibili per formare il nuovo consiglio e continuare la strada del rinnovamento del Progresso.

 

La seduta è tolta alle ore 19.50

 

 

Verbale della seduta del Consiglio del 18 marzo 2015

 

Il Giorno 18 marzo alle ore 18 si riunisce il Consiglio Direttivo del Progresso col seguente odg:

1. situazione personale bar

2. festa del centenario

3. varie


(...). Essendo preesnte il numero legale la seduta è valida.  

Il Presidente ricorda che dal 1 aprile termina il contratto di compartecipazione con Libero (....)


Per la rivitalizzazione del Circolo il Presidente comunica che a breve ci sarà un incontro con il presidente del quartiere 5 e il vicequestore, al fine di manifestare l’interesse del Consiglio a che non vi siano attività illecite dentro o limitrofe al Circolo, ma che non è nelle nostre possibilità attuali quello di eliminare frequentazioni o giri che potrebbero essere sospetti. Inoltre ribadisce la necessità che i Consiglieri siano più presenti nel Circolo e che siano attivi anche richiamando tutti i frequentatori al rispetto delle regole, es. divieto di fumo; non tutti sono però disponibili a questo tipo di intervento “censorio”. Vero è che alcune persone non hanno rinnovato la tessera del Circolo ma hanno fatto la tessera UISP, cosa che li esclude automaticamente dalla partecipazione alle assemblee e quindi alle decisioni in merito alla vita del Circolo stesso.

Bisogna ricordare le necessità quotidiane del Circolo: le pulizie, tuttora fatte prevalentemente dai ragazzi del Becco, il tesseramento, per il quale è necessario che i consiglieri a turno si rendano disponibili per fare le tessere ai frequentatori.

Per la festa del Centenario, che cade il 16 giugno, si ipotizza una festa di tre giorni 18-20 giugno che potrebbe svolgersi o in piazza Giorgini o a Villa Fabbricotti; il presidente sentirà il quartiere per permessi ecc.

Si propone la costituzione di un Comitato per l’organizzazione della festa, che pensi all’organizzazione e alle forme di pubblicizzazione, con il coinvolgimento delle associazioni che operano dentro il Circolo.

Si propone che le prossime scadenze siano: lunedì 20 aprile per il prossimo Consiglio; mercoledì 13 maggio per l’assemblea di approvazione del bilancio; a questa assemblea si dovrebbe chiedere la proroga dell’attuale Consiglio per un anno, come da Statuto.

Viene rinviata la decisione in merito alla proposta Barlucchi di installare una sorta di separé all’ingresso del teatro, che ne faciliti l’accesso.

A richiesta precisa viene risposto che la porta interna del calcino sarà presto ricollocata nella sua posizione; inoltre che poichè il mixer attuale funziona poco è necessario che i gruppi che vengono se lo procurino. Può essere anche considerata l’opportunità di organizzare una serata di finanziamento per ricomprare un nuovo mixer, a cura delle associazioni (Pizzica) che ne vedano la necessità.

Verbale della seduta del Consiglio del 11 febbraio 2015

 

Il giorno 11 febbraio alle ore 21.30 si riunisce il Consiglio del Progresso col seguente odg:

 

  1. Regolamento accesso sala bar
  2. Andamento bar
  3. Situazione lavori manutenzione
  4. Iscrizioni e attività del circolo
  5. Scadenze e prospettive 2015

 

(...) Essendoci quindi il numero legale la seduta è valida.

Il Presidente fa presente il proseguimento della difficile situazione ambientale (occupazione del marciapiede anche con la presenza di cani di grossa taglia, traffici sia sul marciapiede ma anche all’interno del circolo, pretese di entrare senza essere soci, occupazione perenne dell’ingresso e dei tavoli del bar) da parte di un gruppo di persone (peraltro non soci del Progresso) che sta causando gravi danni sia al circolo stesso (molti si rifiutano addirittura di passarci davanti) sia alle associazioni presenti soprattutto quelle che operano nel pomeriggio con minori. Riporta che sabato scorso c’è stata un grossa lite sulla porta che ha turbato alcuni bambini presenti ad una festa del circolo e per di più sono aumentati i sospetti di scambio di roba nei bagni del circolo. A nulla sono valse le richieste fatte a queste persone sia da parte del presidente che dell’amministratrice  di non intralciare l’ingresso, di comportarsi civilmente, di non danneggiare le attività del circolo. A tutto ciò si aggiunge la difficoltà che si incontrano quando si richiede la tessera arci per la frequentazione del circolo. In conseguenza di questa specie di occupazione sono in preoccupante calo anche gli incassi del bar. Per cui il Presidente propone di iniziare un percorso che faccia uscire il circolo dall’attuale situazione di disagio  che restando cosi le cose non può far altro che peggiorare.

Un altro brutto segnale è stata la notte rossa del 17 gennaio che ha visto la partecipazione di pochi soci del circolo in quanto la gran parte non sono in grado di superare il disagio provocato dai comportamenti di cui sopra per cui limitano la loro presenza alle loro personali attività.

Bozzi Antonella fornisce indicazioni su una serie di soci che hanno abbandonato il circolo in questi ultimi mesi.

Il Presidente osserva che la prima mossa consiste nel far presente ufficialmente la situazione del Circolo al Presidente del Consiglio di Quartiere, considerando l’importanza che il circolo ha nella zona, dopodiché seguirà un esposto ai vigili urbani e/o polizia, l’eventuale posizionamento di telecamere all’esterno e/o all’interno, una riunione con le associazioni presenti per gestire insieme il momento e la chiusura dello spazio bar quando non c’è attività nel circolo, che peraltro continuerà ovviamente a garantire la fruibilità dei propri spazi alle associazioni.

Ovviamente dispiace avviare tutto questo nel centenario della nascita del circolo ma al momento non ci sono altre possibilità.

(...)

Il Consiglio condivide all’unanimità il percorso presentato e invita il Presidente a riferire l’esito degli incontri per poi riconvocare il Consiglio per le decisioni definitive.

 

In merito al regolamento di accesso alla sala bar visto che attualmente viene usata anche in maniera non appropriata il Presidente propone le seguenti regole che il consiglio all’unanimità approva per l’anno 2015

  1. L’ingresso è autorizzato solo ai possessori di tessera Arci e Uisp dell’anno in corso
  2. Non si possono introdurre bevande o alimenti provenienti dall’esterno
  3. La sala bar non può essere usata per riunioni, feste e cene conviviali
  4. Nella sala bar ci si comporta nel pieno rispetto di tutti, non si alza la voce e, visto il numero modesto, si usano i tavoli prevalentemente per le consumazioni e non si possono spostare per altri usi
  5. L’uso della TV è direttamente gestito dal Responsabile del Bar su incarico del Consiglio
  6. Nella sala bar è vietato l’uso delle carte da gioco*
  7. E’ vietato introdurre cani in considerazione della presenza nel circolo di bambini e ragazzi che frequentano i corsi nonché della limitatezza dello spazio della sala bar; questo divieto è ovviamente esteso anche all’ingresso (estremamente ristretto) del circolo

 

*il gioco delle carte è possibile nella saletta adiacente

 

"Non è consentito spostare i tavoli ed usarli per altre attività" mettere "I tavoli sono prevalentemente destinati alle consumazioni e non si possono spostare".

Al posto di "Nella sala bar non si alza la voce, non si occupano i posti senza consumare e ci si comporta nel pieno rispetto di tutti", invertirei:

"Nella sala bar ci si comporta nel pieno rispetto di tutti, non si alza la voce e, visto il numero modesto, si usano i tavoli prevalentemente per le consumazioni".

Può sembrare un po' morbido con questo "prevalentemente" ma comunque consente di chiedere di occupare i tavoli di saletta se uno non consuma.

 

In relazione agli altri punti all’odg il Presidente informa che sono stati eseguiti gli interventi di manutenzione urgenti per il teatro e per i temporizzatori nei bagni e nelle scale e che siamo in attesa dell’intervento di Beghelli sulle luci.

(...)

L’argomento inerente le prospettive del 2015 è al momento accantonato in considerazione della situazione di cui sopra.

Non essendoci niente altro da deliberare la seduta è tolta alle 23.15.

 

Il segretario                                                                          Il Presidente

Verbale della seduta del Consiglio del 7 gennaio 2015

 

Il giorno 7 gennaio alle ore 21.30 si riunisce il Consiglio del Progresso col seguente odg

 

1. verifica composizione consiglio

2. ultimo dell'anno 2014

3. modalità tesseramento 2015 

4. scadenze e prospettive 2015

5. notte rossa del 17 gennaio

 

 

Il Consiglio prende atto dell’assenza prolungata di Daniele Farsetti che, a norma di statuto, viene dichiarato decaduto da consigliere. Pertanto il Consiglio risulta cosi composto  Poli, Nocentini, Julien, Bozzi, Palandri, Romanelli, Pedolicchio, Metti, Magro, Benedetti e il numero legale per la validità del consiglio è ridotto a sei.

 

(....)  essendoci il numero legale la seduta è valida.

 

Il presidente informa il consiglio sull’andamento della cena non organizzata dal Consiglio dell’ultimo dell’anno che si è tenuta nel locale del bar (la cosi chiamata cena dei bischeri) nonostante il Consiglio avesse deciso diversamente e nonostante la comunicazione della Presidenza del circolo che esplicitamente  declinava ogni responsabilità in proposito.  Inoltre a questa cena hanno partecipato anche persone che erano state esplicitamente diffidate da frequentare il Progresso. Il Consiglio all’unanimità deplora quanto accaduto esprimendo il proprio disappunto non solo per la presenza di persone che non condividono lo statuto dell’associazione (e che hanno detto esplicitamente ad altri soci di non venire al circolo) ma anche per l’uso che è stato fatto della sala del bar per la quale sarà opportuno varare un opportuno regolamento.

In relazione al tesseramento vengono adottati i moduli proposti da Bozzi Antonella che vengono allegati al presente verbale. Viene poi concordato il programma della serata con concerto che si terrà il 17 in occasione delle notte rossa del 17 gennaio.

Gli altri argomenti vengono rinviati al prossimo consiglio. La seduta è tolta alle ore 11.30

 

Il segretario                                                                                             Il presidente


VERBALE CONSIGLIO DIRETTIVO CDP “IL PROGRESSO” DEL 15.12.2014


Il giorno 15 alle ore 18.30 si è riunito il Consiglio de Il Progresso col seguente odg:

 

  1. ratifica decisioni prese dalla Presidenza
  2. ultimo dell’anno
  3. varie

 

(...) Essendo presente il numero legale la seduta è valida. E’ presente il Proboviro Maimi.

 

Il Consiglio all’unanimità ratifica le seguenti decisioni assunte dalla Presidenza :

  • avvio di alcuni lavori inerenti la sicurezza e il risparmio nell'ambito del progetto presentato alla Tavola Valdese a cominciare da quelle relative alla sicurezza del teatro (canale e pavimento)
  • attribuzione di funzioni a soci Luana Brucculeri per le iniziative inerenti il quartiere e Chiara Garuglieri per la gestione delle attività delle danze popolari
  • avvio delle attività inerenti "Il cuore è un sipario" la rassegna di teatro, 1915-2015 cent'anni di Progresso, gli eventi delle danze della Pizzica e dei Trettempi-Folk, 
  • modalità di affidamento delle sale ai gruppi per le feste (cauzione per mancata pulizia dei locali)
  • conferma della quota sociale del 2014 di Euro 12, con l’aggiunta, volontaria di Euro 5 per socio sostenitore e di Euro 3 per bollino Agis
  • pubblicizzazione delle attività inerenti il centenario del Progresso (lettere ai circoli Arci, al Q5, ai cittadini del quartiere, contatti con i giornali ecc.....)

 

In proposito del centenario la consigliera Nocentini propone di fare uno striscione da appendere alla parete del circolo con scritto “1915-2025 cent’anni di Progresso”. Il Consiglio accoglie la proposta; Pedolicchio chiede anche di ripristinare la scritta luminosa esterna e anche questa proposta viene approvata all’unanimità. (...)


In merito all’ultimo dell’anno (.....) delibera la fattibilità della cena sociale alle seguenti condizioni:

Cena sociale 31 dicembre aperta a tutti i soci del circolo; responsabili della serata per il rispetto della legalità Saverio Benedetti e Gabriele Magro; definizione serata per i permessi Siae,; definizione serata per l’uso dei locali (uso del teatro,senza l’uso dell’apparato del teatro, € 300; uso della sala polivalente: €280)

Il Consiglio dà quindi mandato a Saverio Benedetti e Gabriele Magro di definire la proposta della serata (uso sale e tipologia della cena) comunicandone le modalità alla Presidenza del circolo prima possibile in modo da poter espletare per tempo tutte le azioni organizzative (pubblicizzazione, siae, pulizie ecc..)

 

Pedolicchio, dopo che il Presidente ha richiesto quale era la situazione delle strumentazioni, fa presente al Consiglio la necessità di acquistare (anche usato) un amplificatore audio e anche la necessità di riparare il dimmer luci (funzionano quattro canali su sei dopo lo spettacolo della Ridanciana. Poli fa presente che Ridanciana non ha rimesso il teatro nelle condizioni di partenza e quindi si è visto costretto a richiamare la compagnia che ha mandato un suo rappresentante ad rimettere le quinte che però sono state soltanto messe in sicurezza. Si dovrà trovare un modo per gestirle dal basso senza salire a quattro metri di altezza.

 

Non essendoci niente altro da dichiarare la seduta è tolta alle ore 19.50


Il segretario                                                                                                                             Il Presidente




VERBALE DEL CONSIGLIO DEL 9 OTTOBRE 2013


In data 9 ottobre 2013 alle ore 23.10 nella sede del Circolo, si riunisce il Consiglio Direttivo col seguente odg

 

  • Elezione Cariche Statutarie

 

Sono presenti tutti i consiglieri, pertanto la seduta è valida.

 

Preside la riunione la consigliera anziana Nocentini, che illustra i nomi dei consiglieri disponibili a ricoprire le cariche societarie e precisa che la votazione avverrà per scrutinio segreto, anche se l'unico candidato è Poli Fabrizio.

Consegnate le schede si procede alle operazioni di votazione e di spoglio. Dallo spoglio eseguito dai consiglieri Falsetti e Pedolicchio risulta che Poli ha ottenuto 

 11 voti.


Risulta pertanto eletto Presidente Fabrizio Poli

 

Poli assume la presidenza, ringrazia i consiglieri e propone per le altre cariche Bozzi come amministratrice, Nocentini come segretaria , Falsetti come vicepresidente e Julien come casssiera e ne propone l'elezione per alzata di mano. Tutti i presenti approvano la proposta.

 

Risultano quindi eletti

 

Vicepresidente: Daniele Falsetti

Amministratrice: Antonella Bozzi

Cassiera: Marie Julien

Segretaria: Anna Nocentini 


 

Il Consiglio delibera all’unanimità che i poteri di firma siano attribuiti esclusivamente al Presidente Poli Fabrizio e all’Amministratrice Antonella Bozzi.

 


La seduta è tolta alle ore 24

 Il segretario                                                                                                            Il Presidente